Prevenzione incendi edilizia scolastica

Adeguamento alle norme di prevenzione incendi negli edifici scolastici: cosa c’è da sapere

Il Decreto Milleproroghe 91/18, entrato in vigore il 26 luglio 2018, ha prorogato al 31 dicembre dello stesso anno il termine per l’adeguamento alla normativa antincendio e per le verifiche di vulnerabilità sismica degli edifici scolastici.

Questa è solo l’ultima di diverse proroghe e segue quella scaduta il 31 dicembre 2017, che era stata posta dal Decreto del Ministero dell’Interno del 12 maggio 2016.
Per quanto riguarda gli asili nido, il Milleproroghe interviene sul termine relativo solo alla categoria degli asili che ospitano più di 30 persone, indicata e definita nel D.M. Interno del 16 luglio 2014, art. 6 co. 1 lett. a), e prima ancora nell’Allegato I del d.pr. 151/11 (attività 67).

I termini della proroga all’adeguamento alle norme di prevenzione degli edifici scolastici fanno riferimento ai principi espressi nel D.M. Interno del 21 marzo 2018.
Basandosi sul principio di proporzionalità e sulla complessità dei rischi, il decreto elenca tre categorie di attività sottoposte a controlli di prevenzione degli incendi:

  • Categoria A, attività standard e a basso rischio: contraddistinte da un basso livello di complessità, sono quelle attività che non provocano rischi significativi per l’incolumità pubblica;
  • Categoria B, rischio medio: oltre alle attività a medio livello di complessità e medio rischio, comprende anche quelle che non hanno una normativa tecnica di riferimento, pur se non sono ritenute ad alto rischio;
  • Categoria C, rischio elevato: attività ad alta complessità tecnica e gestionale e alto rischio per l’incolumità.

Qui, invece, gli interventi da attuare in via prioritaria per l’adeguamento delle scuole non ancora in regola:

  • Gli elementi strutturali dell’edificio, delle compartimentazioni e delle separazioni vanno adeguati ai requisiti di resistenza al fuoco;
  • Vani scala, percorsi di esodo, vie d’uscita, impianti elettrici e di sollevamento vanno messi a norma;
  • Tutte le attività di gestione della sicurezza vanno organizzate secondo i criteri di legge;
  • Gli idonei sistemi d’allarme, gli estintori in numero adeguato e la segnaletica antincendio corretta vanno installati

Il certificato di protezione incendi sarà obbligatorio per le scuole a partire dal 1° gennaio 2019. Se tutti gli istituti interessati saranno in grado di certificare tutti questi requisiti fissati dalle norme di prevenzione incendi nelle scuole, potranno riceverlo.

Nel frattempo, io, Tommaso Barone, sono a disposizione con tutto il mio staff. Contattami!

Contattami ora

Scrivimi un messaggio per richiedere maggiori informazioni o per avere un preventivo gratuito.

* Campi obbligatori

Tommaso BaroneP.Iva 01188450884
Tel 0298650469
Cell/Whatsapp  3337917157
Informazioni: info@tommasobarone.it
Consulenza: consulenza@tommasobarone.it

 

Sede Lombardia:

Via Mecenate 105
20138 Milano - IT
Tel 0298650005
Fax 0932094703
Cell/Whatsapp 3337917157

Clicca sul link: https://goo.gl/maps/isfZtJVa7XN2