Al momento stai visualizzando Aggiornamenti per Scuole e PA: la fine dello stato d’emergenza

Aggiornamenti per Scuole e PA: la fine dello stato d’emergenza

Con la fine dello stato d’emergenza ci sono importanti aggiornamenti in materia di sicurezza per Scuole e PA.

Per dovere di sintesi possiamo racchiudere in tre grandi macro aree gli aggiornamenti in ordine alla sicurezza con la fine dello stato d’emergenza:

1. MONDO DELLA SCUOLE E DEGLI ENTI

Uno fra tutti riguarda il mondo della Scuola e gli Enti a questo equiparabile, a cui è stata messa la parola “fine”, ed è il documento denominato: “GESTIONE DELLE OPERAZIONI DI PULIZIA, DISINFEZIONE E SANIFICAZIONE NELLE STRUTTURE SCOLASTICHE – INAIL istruzioni per l’uso”. Tale pubblicazione è da paragonare per ordine d’importanza alla “stele di rosetta”, in quanto definisce in modo puntuale, non solo la gestione, ma altresì i molteplici fattori che influiscono sulle modalità e frequenza di attuazione della pulizia, disinfezione e sanificazione degli ambienti di lavoro. Stabilendo, di conseguenza, i rischi reali per la salute, ai sensi del D. Lgs 81/08 smi, di quanti sono chiamati a svolgere concretamente tali attività. Di fatto riducendo a zero ogni “personale” valutazione in merito.

2. MODIFICA ALL’ARTICOLO 18 del D. Lgs. 81/08 smi

Altra è la modifica dell’articolo 18 del D. Lgs. 81/08 smi, che ha sollevato i “Datori di Lavoro” delle istituzioni scolastiche da qualsiasi responsabilità civile, amministrativa e penale qualora abbiano tempestivamente richiesto gli Enti Proprietari degli immobili, presso cui sono allocati i plessi, gli interventi strutturali e di manutenzione necessari per assicurare la sicurezza dei fruitori di tali spazzi, pur mantenendo la responsabilità diretta sulle misure di carattere gestionale inerente le risorse umane. Di fatto la formazione qualificata in materia diventa un passaggio obbligato a garanzia di tutela della sicurezza di tutti, nessuno escluso.

3. SORVEGLIANZA SANITARIA ECCEZIONALE

Infine, la possibilità per le Istituzioni che, pur non essendo tenute alla nomina del medico competente per l’effettuazione della sorveglianza sanitaria ordinaria, possono chiedere la sorveglianza sanitaria eccezionale ai servizi territoriali dell’INAIL, all’Azienda sanitaria locale, al Dipartimento di medicina legale/medicina del lavoro e dell’Università degli studi, che vi provvedono con propri medici del lavoro.

Visita il mio sito per scoprire tutti i servizi offerti in ambito di sicurezza per SCUOLE e PA.