Al momento stai visualizzando I compiti del RSPP a scuola
Diverse school kids having fun

I compiti del RSPP a scuola

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è una figura descritta dalla legge nel quadro delle attività di sicurezza sul lavoro, anche scolastico.

Vediamo quali sono nel dettaglio i compiti del RSPP a scuola.

Chi è il RSPP a scuola?

L’art. 17 del D.Lgs 81/2008 stabilisce che il Dirigente Scolastico ha il compito di nominare per la scuola un Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (o RSPP). Si sceglie tra il personale scolastico che possiede i requisiti richiesti dalla legge e che si dimostra disponibile ad accettare l’incarico.

In assenza di personale interno, il DS ha la possibilità di individuare il RSPP proveniente da enti o istituti specializzati in materia di salute e sicurezza sul lavoro. In ultima analisi, si opta per un libero professionista esterno esperto in sicurezza.

La legge, come detto, individua quali requisiti deve possedere la persona candidata al ruolo di RSPP per poter ricoprire questo incarico:

  • titolo di studio di valore non inferiore al diploma di scuola secondaria superiore;
  • attestato di frequenza a corsi di formazione in materia di rischi sul lavoro e sicurezza delle attività lavorative (salvo che il soggetto possieda altro titolo di studio equipollente, come una laurea magistrale in ingegneria della sicurezza);
  • in assenza del titolo indicato, svolgimento di mansioni assimilabili a quelle del RSPP per almeno sei mesi alla data del 13 agosto 2003.

Di cosa si occupa il RSSP scuola?

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è una figura ausiliaria della dirigenza scolastica. Trova numerose similitudini nei ruoli presenti all’interno delle organizzazioni del lavoro. Infatti nella scuola, il RSPP è un ausiliario al DS che ha il compito di mantenere i plessi scolastici sani. Ciò è possibile attraverso numerose attività di vigilanza, di formazione, informazione del personale e di gestione dei protocolli di sicurezza adottati.

Essendoci alla base un rapporto fiduciario, il Responsabile è tenuto a collaborare con il Dirigente Scolastico e con le altre figure dello “staff dirigenziale”. Esse sono il fiduciario di plesso e l’RLS, nonché gli addetti alla gestione della emergenza e infine il personale della scuola.

Attraverso l’interazione di questi soggetti, è possibile valutare i rischi e redigere l’apposito documento obbligatorio noto come DVR (Documento Valutazione dei Rischi).

Nell’esercizio delle proprie funzioni, il RSPP collabora nel definire i piani di sicurezza, ma anche nel “denunciare” le inadempienze o irregolarità riscontrate all’Ente proprietario degli immobili.

Le sue attribuzioni riguardano anche i rapporti con le autorità esterne di vigilanza, controllo e polizia. Infatti, il RSPP è tenuto a collaborare alle ispezioni e ad ogni attività compiuta dalle autorità esterne, fornendo chiarimenti e documentazioni integrative.

Quali sono i compiti del RSPP scolastico?

La legge indica nel dettaglio (all’art. 33 del D. Lgs. 81/08 smi) le mansioni e gli obblighi che fanno carico al Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione scolastico.

Tra i compiti del RSPP a scuola rientrano:

  • l’analisi delle infrastrutture e delle attrezzature della scuola
  • elaborare nel dettaglio le misure di prevenzione e di protezione,
  • verificare i sistemi di controllo e la funzionalità delle strumentazioni di sicurezza che sono state installate nel plesso
  • elaborare procedure e protocolli di sicurezza che devono essere osservati e resi noti a tutto il personale e ai soggetti interessati (docenti, collaboratori, segretari e studenti)
  • assiste personalmente e rappresenta il Dirigente Scolastico, di cui è collaboratore fiduciario, nel proporre programmi di formazione e di informazione del personale scolastico, al fine di sensibilizzare l’intera organizzazione scolastica al tema della sicurezza e informarlo sui rischi potenziali
  • riunire almeno una volta l’anno lo staff dirigenziale (DS, medico competente nei casi previsti e RLS) per relazionare sul DVR, nonché sui programmi di attuazione dei protocolli di sicurezza e di formazione del personale scolastico.

Il Dirigente Scolastico ha quindi l’obbligo di nominare un RSPP per il suo Istituto, che sia un Tecnico specializzato esterno o una figura interna alla scuola.

Tommaso Barone, esperto in sicurezza nella Scuola, ha predisposto già la modulistica che può supportare il RSPP per assistere al meglio il Dirigente Scolastico.